Renato Begnoni, artista veronese, nato a Villafranca di Verona dove vive e opera. Tra i più significativi fotografi italiani è impegnato da diversi anni nella fotografia di ricerca, ha esposto in Italia e all’estero: Francia, Polonia, Argentina, Canada, USA, Principato di Monaco, Germania, URSS, Nuova Zelanda, Svezia e Repubblica di San Marino.
Nel 1995, è invitato a partecipa alla XLVI Biennale Internazionale d’Arte di Venezia.
Le sue opere sono pubblicate sulle principali riviste del settore: Zoom, Flash Art, L’Europeo, Foto-graphia, European Photography, Fotologia, Fotostorica, Kult, Sette, Corriere della Sera, AD, Goya, il Fotografo…
Alcuni lavori sono conservati al Museo di Ca’Pesaro-Bevilacqua la Masa-Venezia, al Museo Alinari-Firenze, alla Bibliothèque Nationale de France-Parigi, al Fotoforum Museum of Modern Art -San Francisco (USA), Fondazione CR-Venezia.
Espone nel 2000 alla Triennale di Milano e nel 2002 riceve il premio nazionale di fotografia Friuli Venezia Giulia.

Dopo aver esposto in Canada e in Germania nel 2009 partecipa a San Pietroburgo e a Mosca con la mostra fotografica-Italia 1946-2006 dalla Ricostruzione al Nuovo Millennio, poi a Genova ai Musei Nervi di Villa Grimaldi.
Nel 2010 è presente alla Fondazione Bevilacqua la Masa con l’esposizione – il furore delle immagini, archivio storico Italo Zannier, Venezia.
Il 2011 si apre con una mostra collettiva Images from Italy a Stoccolma al Museo Nordiska e alla seconda partecipazione della LIV Biennale Internazionale d’Arte di Venezia.
Nel 2015, il comune di Villafranca (Verona) gli dedica una retrospettiva, La Percezione della Vita, opere 1985-2015 alla Casa del Trattato di Pace, Palazzo Bottagisio.
Nel 2017, NIKON NPS Italia, inserisce sulla loro home page una sua intervista con 22 opere.